2012

Per una cultura della pace e della solidarietà 

Incontro con Emergency

 

DGB-Haus, Schwanthalerstraße 64
Sabato 5 mag 2012, 
ingresso 16.30


Parteciperanno: Cecilia Strada (presidente di Emergency), Marco Garatti, Giovanni Hoepli, Michael Braun


Il 5 maggio 2012 Un’altra Italia presenterà a Monaco l’organizzazione italiana Emergency, attiva dal 1994 sui principali teatri di crisi umanitaria in tutto il mondo, fornendo assistenza e cura alle vittime civili delle guerre e della povertà.

Un’altra Italia nasce a Monaco nel 2009 per iniziativa delle associazioni Rinascita e Circolo Cento Fiori, e dall’impegno di singoli cittadini. La motivazione comune è il desiderio di conoscere e far conoscere l’Italia della legalità, della moralità e dell’impegno civile. 

Dopo le manifestazioni dedicate al contrasto delle mafie e delle organizzazioni criminali, 
Un’altra Italia
 propone stavolta un’iniziativa rivolta ai grandi temi della pace, della solidarietà, del volontariato e del rispetto dei diritti umani. Emergency si definisce quale “associazione italiana indipendente e neutrale, nata per offrire cure medico-chirurgiche gratuite e di elevata qualità alle vittime delle guerre, delle mine antiuomo e della povertà”
L’indipendenza da condizionamenti di tipo politico, ideologico e religioso viene garantita dal volontariato dei suoi collaboratori e dal finanziamento privato. I principali riferimenti culturali e ideali di Emergency sono l’Articolo 1 e il Preambolo della Dichiarazione universale dei diritti umani (“Tutti gli esseri umani nascono liberi e uguali in dignità e diritti”) così come il ripudio della guerra enunciato dall’Articolo 11 della Costituzione della Repubblica Italiana. In che modo Emergency realizza obiettivi tanto ambiziosi? In Afghanistan con una rete sanitaria di primo soccorso, chirurgia e maternità; in Sudan con un centro cardiochirurgico e tre centri pediatrici; in Sicilia e in Veneto con poliambulatori e ambulatori mobili per l’assistenza dei migranti ma anche dei cittadini italiani bisognosi. 
Su molte altre attività a livello mondiale riferiranno dettagliatamente nell`intervista pubblica Cecilia Strada, Marco Garatti, Giovanni Hoepli e Michael Braun

 

Video dell'evento (da www.arcoiris.tv)

 

 

2014

 

 

 

 

Download programma completo 2014

 

 

  

 Download programma cinema 2014

 

 

Documentazione del 6 dic. 2014 München SDI Baierbrunner Straße 28
Intervista di Michael Braun al sindaco di Riace Domenico Lucano

 

6_12_14 (1)
6_12_14 (2)
6_12_14 (3)
6_12_14 (4)
6_12_14 (5)
6_12_14 (6)
6_12_14 (7)
6_12_14 (8)
6_12_14 (9)
6_12_14 (10)
6_12_14 (11)
6_12_14 (12)
6_12_14 (13)
6_12_14 (14)
6_12_14 (15)
6_12_14 (16)
6_12_14 (17)
6_12_14 (18)
6_12_14 (19)
6_12_14 (20)
6_12_14 (21)
6_12_14 (22)
6_12_14 (23)
6_12_14 (24)
6_12_14 (25)
6_12_14 (26)
6_12_14 (27)
6_12_14 (28)
6_12_14 (29)
6_12_14 (30)
6_12_14 (31)
6_12_14 (32)
6_12_14 (33)
6_12_14 (34)
6_12_14 (35)
6_12_14 (36)
01/36 
start stop bwd fwd

 

 

 

2013

PROGETTI 2013

“Non sono quella che vedi” Donne in Italia oggi, ieri, domani (marzo-giugno 2013)

Un’altra Italia torna nel 2013 con un ciclo di iniziative dal titolo “Non sono quella che vedi. Donne in Italia: oggi, ieri e domani” una riflessione sul cambiamento dell’immagine privata e pubblica della donna nella società italiana di questi anni. Il ciclo inizierà con una conferenza stampa in programma venerdì 8 marzo dalle ore 10 nel locale “Der Sizilianer”, Balanstr. 25.

Seguiranno:

Un Seminario per insegnanti di italiano nei licei bavaresi dal titolo: “La televisione: specchio o filtro della realtà? Il caso italiano: da strumento di crescita culturale a tv spazzatura”. Il seminario avrà luogo il 12 aprile dalle ore 15, presso l’Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmidt-Str. 8.
Organizzatori: Un’altra Italia, Istituto Italiano di Cultura 

Un Incontro-intervista con la regista e scrittrice italiana Lorella Zanardo“Il corpo delle donne: l’immagine della donna, la donna nell’immagine” , con presentazione e proiezione del documentario “Il corpo delle donne”. Data: 26 aprile alle ore 17, nell’Audimax del SDI- Sprachen und Dolmetscher Institut, Baierbrunnerstr. 28. Il documentario, realizzato nel 2009 insieme a Cesare Cantù e Marco Malfi Chindemi, diffuso soprattutto grazie a internet, è stato poi presentato in scuole, centri sociali, università, suscitando l’interesse soprattutto dei giovani. 

Organizzatori: Un’altra Italia, Istituto Italiano di Cultura, con la collaborazione dello Sprachen und Dolmetscher Institut.
Documentario: Link

Lo Spettacolo “Insieme per Un’altra Italia”, il 5 maggio alle ore 16.30 presso EineWeltHaus, Schwanthalerstr. 80. Musica classica e leggera, musica folcloristica, pezzi teatrali. Scopo della serata è la raccolta di fondi a sostegno delle iniziative 2013 di Un’altra Italia.
Organizzatori: Un’altra Italia, Rinascita.

La Proiezione il 14 maggio alle ore 19, del documentario “Per la mia strada”(2012), di Emanuela Giordano. Sono otto percorsi di successo al femminile, la vita di otto donne professionalmene impegnate e realizzate. Seguirà discussione. Istituto Italiano di Cultura, Hermann-Schmid-str. 8.
Organizzatori: Centofiori Cinema, Istituto Italiano di Cultura.

La Presentazione dell’organizzazione italiana “Se non ora quando?” il 28 giugnoalle ore 19, presso la sede centrale della MVHS, Gasteig, Rosenheimerstr. 5. Il gruppo si è formato per reagire al modello degradante di interrelazione tra uomini e donne predominante nella società e nella politica italiana degli ultimi anni.
Organizzatori: Un’altra Italia, Münchner Volkshochschule.

 

Lorella Zanardo on Facebook 

Video intervista Zanardo su www.arcoiris.tv

UN’ALTRA ITALIA è un progetto nato nel 2009 da un’iniziativa delle associazioni Circolo Cento Fiori e Rinascita, e dalla partecipazione di molti singoli cittadini per conoscere e far conoscere aspetti positivi e realtà positive della società italiana. A tal fine vengono organizzati incontri di sensibilizzazione e sostegno alla legalità e alle forze antimafia, di solidarietà verso gli esclusi e i discriminati, di affermazione della dignità di ogni individuo. Un’altra Italia è aperta al confronto con altre culture ed esperienze di impegno civile.

 

 

2014     Siamo tutti migranti
     
2013   Non sono quella che vedi
     
2012   Emergency
     
2009   Ecco l'altra Italia